Poltrona Veranda vintage in pelle di Vico Magistretti per Cassina

Poltrona Veranda vintage in pelle di Vico Magistretti per Cassina

Designer Vico Magistretti

Produttore Cassina

Data del design Dal 1980 al 1989
Anno di produzione 1985
Paese di produzione Italia
Marchio di identificazione Etichetta del produttore
Stile Italiano moderno, Postmoderno
Stato Molto buono – l'oggetto vintage non ha difetti ma può mostrare lievi tracce di usura

Materiale Pelle, Metallo
Colore Nero
Larghezza 90 cm
Profondità 173 cm
Altezza 140 cm
Altezza della seduta 46 cm

Informazioni sul designer
Vico Magistretti

L'innovativo architetto, designer industriale e urbanista Vico Magistretti fu una delle forze motrici del design italiano dagli anni '60 in poi. Nato nel 1920 in una famiglia di architetti milanesi, diventerà uno dei più ammirati e rispettati designer italiani, celebrato soprattutto per la pulizia e chiarezza delle sue forme.
Durante la Seconda guerra mondiale Magistretti si rifugia a Losanna, in Svizzera, per sfuggire alla leva militare, e comincia a seguire corsi presso il Champ Universitaire Italien di Losanna, dove conosce e stringe amicizia con il leggendario architetto razionalista Ernesto Nathan Rogers (1909-1969), cofondatore di BBPR, che rimarrà per tutta la vita un mentore per Magistretti.
Tornato in Italia, si laurea nel 1945 in architettura presso il Politecnico di Milano, e comincia a lavorare per lo studio del padre, Pier Giulio Magistretti, insieme a Paolo Chessa. Poco tempo dopo il padre viene a mancare.
Nei primi anni della ricostruzione del dopoguerra, Magistretti comincia a disegnare arredamento modernista e futurista, in particolare per mostre come R.I.M.A. e la Triennale, al fianco di altri importanti designer e architetti italiani come Franco Albini, i fratelli Castiglioni, Ignazio Gardella, e Marco Zanuso.
Dagli anni '60 in poi Magistretti crea un gran numero di design eleganti e di alta qualità per importanti manifatture, come Artemide, Campeggi, Cassina, De Padova, Flou, Fontana Arte, Fritz Hansen, Kartell, Olivari, Oluce, Poggi, Schiffini, e Gebrüder Thonet Vienna. Prodotti iconici della sua prolifica carriera includono la lampada da tavolo Eclipse (1966, Compasso d’Oro 1967), la sedia impilabile Selene (1968), la lampada Chimera (1969), e la lampada da terra Giuone (1969) per Artemide; la seduta Maralunga (1973, Compasso d’Oro nel 1979) e la libreria Nuvola Rossa (1977) per Cassina; e la lampada a sospensione Sonora (1976) e quella da tavolo Model 233 Atollo (1977, Compasso d’Oro 1979) per Oluce.
L'apporto di Magistretti all'architettura è anche molto importante: a Milano ricordiamo la Torre nel parco di Via Revere (1953-1956, insieme a Franco Longoni) e gli uffici su Corso Europa (1955-1957). Altri lavori da ricordare sono le torri di Piazzale Aquileia (1961-1964), la casa Bassetti ad Azzate (1959-1962), la casa Cassina a Carimate (1964-1965), una casa privata su Via Conservatorio a Milano (1963-1966), il municipio di Cusano Milanino (1966-1969), il quartiere di Milano San Felice a Segrate (1966-1969, insieme a Luigi Caccia Dominioni), ed un'altra casa privata a Piazza San Marco (1969-1971).
Nel corso della sua carriera Magistretti ha occupato prestigiose cattedre presso il Royal College of Arts di Londra, e l'Accademia Domus di Milano, tra le altre. Il suo lavoro è stato acquistato da prestigiosi musei del mondo, tra cui il MoMA a New York ed il Victoria & Albert di Londra.
Muore nel 2006.

Richiedi Informazioni
COD: pia228 Categoria: